Come chiedere rimborso volo Vueling e risarcimento aereo

0

Come chiedere rimborso volo Vueling e risarcimento aereo

Immagina di aver programmato un viaggio praticamente perfetto alle isole Canarie, insieme alla tua compagna (o compagno), alla tua famiglia, ai tuoi amici. Che sia Tererife, Fuerteventura, Gran Canaria, Lanzarote, La Palma, La Gomera o El Hierro poco importa: sono tutti luoghi ideali per una vacanza estiva al mare.

Immagina di aver pensato davvero ad ogni dettaglio, dalla preparazione dei bagagli alla prenotazione di un lussuoso hotel. Senza dimenticare la pianificazione di altri aspetti importanti, come i ristoranti in cui mangiare bene, le spiagge in cui trascorrere piacevoli momenti di relax, i locali notturni con la movida più intensa in cui recarsi.

Immagina, poi, che sia il giorno della partenza con un volo Vueling, la compagnia aerea spagnola che collega le Isole Canarie con l’Italia. Di correre trafelato verso l’aeroporto, a bordo di un taxi, di un autobus o sull’auto di un amico che si presta ad accompagnarti. Il tempo che scorre, l’imbarco che si avvicina. Entri in aeroporti, ti guardi intorno e cerchi di capire, osservando la tabella dei voli, se sei ancora in tempo. Ma ecco la brutta sorpresa: ritardo volo Vueling di 3 ore o, peggio ancora, Vueling volo cancellato. Inevitabile, a questo punto, che ti assalga una sensazione di sconforto e di stress: una situazione in cui nessuno di noi vorrebbe trovarsi, soprattutto i più attenti ai dettagli.

Ma c’è sempre una soluzione a tutto. Perché affidandoti ad ItaliaRimborso, società leader nel campo dell’assistenza ai passeggeri aerei, hai la possibilità di chiedere rimborsi Vueling e risarcimenti per disservizi vissuti negli ultimi 2 anni. Che sia un ritardo aereo all’arrivo di almeno 3 ore, una cancellazione del volo o anche un negato imbarco per overbooking, puoi far valere i tuoi diritti. Ma vediamo come funziona la procedura: ecco 5 domande ed altrettante risposte utili a fare chiarezza.

Quando non spetta il risarcimento Vueling?

Chiariamolo fin d’ora: non sempre la compagnia aerea spagnola, così come gli altri vettori, è obbligato a corrispondere un indennizzo al passeggero. Questo perché le responsabilità del disservizio aereo, qualsiasi esso sia, devono essere ovviamente addebitabili alla compagnia e non causate, ad esempio, da circostanze eccezionali, cioè situazioni non controllabili o imprevedibili, come descritto in questo articolo. Tra queste ultime annoveriamo, ad esempio, le avverse condizioni metereologiche che causino importanti ostacoli al volo, le calamità naturali come terremoti o eruzioni vulcaniche, e l’aereo colpito da fulmine. Qualora il tuo disagio sia stato causato da uno di questi motivi, non avrai diritto al tuo risarcimento. Ma a ricercare le motivazioni non sarai tu, se ne occuperà ItaliaRimborso, se lo vorrai.

A quanto ammonta l’indennizzo Vueling?

A questo punto, qualora non si sia in presenza di circostanze eccezionali, si può valutare di avanzare una richiesta risarcitoria al vettore spagnolo. Il Regolamento Comunitario 261 del 2004 sancisce che l’importo da corrispondere al passeggero vari in funzione della lunghezza della tratta aerea interessata dal disservizio. Questa la regola:

  • 250 euro in caso di tratta inferiore o pari a 1500 km (es. Palermo – Roma)

  • 400 euro per tratte comprese fra 1500 km e 3500 km (es. Bari – Madrid)

  • 600 euro per tratte superiori a 3500 km (es. Milano – New York).

Dunque sarà utile verificare il chilometraggio del percorso aereo, prima di procedere: anche in questo caso se ne occuperà ItaliaRimborso, qualora decidessi di affidarti a questo servizio.

Alla compensazione pecuniaria, corrisposta a titolo di risarcimento, puoi aggiungere, laddove sostenute, anche la richiesta di rimborso delle spese extra per l’acquisto di beni di prima necessità consumati a causa del disservizio, oltre che per pernottamenti e trasferimenti. Basterà conservare scontrini e fatture.

Qual è la differenza fra risarcimento (o indennizzo) e rimborso?

Molti confondono i termini ed è bene fare chiarezza. Il rimborso è la restituzione di una somma già pagata, ad esempio quella per l’acquisto di un biglietto aereo o, come detto, delle spese sostenute. Il risarcimento o indennizzo è invece una somma che chi ha causato un danno deve corrispondere al danneggiato: in caso di disservizio aereo essa è, appunto, la compensazione pecuniaria.

Per approfondimenti, comunque, puoi consultare questo articolo.

Come fare richiesta di rimborso e risarcimento Vueling?

Se hai avuto un volo cancellato Vueling o un volo in ritardo Vueling o un altro disservizio, potrai agire autonomamente oppure rivolgerti ad una società come ItaliaRimborso. Qualora optassi per questa seconda strada che ci sentiamo di consigliare, potrai avviare facilmente la tua richiesta risarcitoria compilando un innovativo form che trovi sul sito www.italiarimborso.it: è la soluzione più rapida ed efficace per avere un immediato riscontro: basterà compilare i campi richiesti ed il gioco è fatto.

Se preferisci, c’è anche la possibilità di inviare un’email all’indirizzo info@italiarimborso.it o inviare un sms Whatsapp al 3421031477, descrivendo brevemente i fatti e accertandoti di scrivere il numero del volo e la data del disagio subito. Se, invece, preferisci la cara vecchia telefonata, ItaliaRimborso ti offre anche questa possibilità: puoi chiamare il numero 06 56548248.

Basterà inviare, una volta richiesti, questi documenti:

  • Copia della carta d’identità

  • Copia della carta d’imbarco o della prenotazione (dove sia possibile leggere numero del volo, tratta e orario di partenza)

  • Scontrini e fatture

  • Una descrizione dettagliata, ma sintetica, dei fatti.

Sappi, inoltre, che ItaliaRimborso può agevolarti anche nel caso in cui tu abbia subito un danneggiamento del bagaglio, la consegna in ritardo o, peggio ancora, lo smarrimento dello stesso. In qualsiasi dei casi appena citati, accertati di aver denunciato il problema all’ufficio Lost and Found dell’aeroporto, curandoti di farti rilasciare il modulo PIR (Property Irregularity Report) e conservando il talloncino identificativo del bagaglio. Se hai entrambi i documenti e hai conservato scontrini e fatture per l’acquisto di beni in sostituzione di quelli nella tua valigia oppure hai fatto le foto al danno avuto, contatta immediatamente ItaliaRimborso. In casi come questo, ogni secondo che scorre è denaro.

Perché affidarsi ad ItaliaRimborso?

La risposta a questa domanda è semplice: perché ItaliaRimborso sa esattamente come fare a farti ottenere il rimborso/risarcimento previsto dalla legge, spingendosi anche dinanzi alla competente autorità giudiziaria. Tutto questo non ti comporterà alcun costo di assistenza, perché l’intervento di ItaliaRimborso è ad esclusivo carico della compagnia aerea che ti ha causato il disservizio che potrebbe essere Vueling, visto che ti sei recato alle Canarie. Affiderai tutto ad uno staff qualificato ed efficiente e potrai monitorare l’andamento della tua pratica risarcitoria in qualsiasi momento, tramite lo strumento Traccia la Pratica presente nel sito web. Inoltre, non sarà trattenuta nessuna percentuale dal tuo indennizzo che sarà dunque netto.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

62 − 58 =