Italia dal 1° luglio il limite di un pagamento in contanti sarà di 2.000 euro 

0

Italia dal 1° luglio il limite di un pagamento in contanti sarà di 2.000 euro

Il nuovo limite per il pagamento in contanti entrerà in vigore dal 1° luglio 2020. La nuova soglia massima è di 2.000 euro, ma è destinata a diminuire a 1.000 euro da gennaio 2022. Vediamo le novità e quali sono le sanzioni per chi non rispetterà il nuovo limite.

Qualora si superassero le suddette soglie, scatterebbero sanzioni salate: fino a 50.000 euro per operazione.

Il nuovo limite per il pagamento in contanti era dunque già stato stabilito dal decreto n. 124/2019 collegato alla Legge di Bilancio, come ulteriore strumento nelle mani del Governo per la lotta all’evasione fiscale.

Inoltre, l’emergenza sanitaria ha dato una spinta non indifferente ai pagamenti tracciabili: complice la chiusura forzata di moltissime attività, in tanti hanno puntato alla vendita online.

Anche per disposizioni governative -ovvero per limitare il più possibile i contatti non necessari e per mantenere la distanza di sicurezza– i pagamenti con bancomat sono stati caldamente raccomandati. Questo spiega anche il successo di molte applicazioni per il mobile payment (cioè pagare attraverso il cellulare).

La norma del decreto Fiscale si inserisce in un ampio quadro di misure antievasione che il Governo Conte ha messo tra le priorità del proprio operato basandosi su due grandi pilastri: da un lato la lotta al contante e dall’altro l’incentivo per i pagamenti tracciabili.

Lo scopo è di far emergere l’economia sommersa in ottica di lotta all’evasione, ma anche di stimolo alla modernizzazione della società e dell’economia.

Tratto da Limite pagamento contanti dal 1° luglio 2020: importo, sanzioni e novità

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 1 = 1