Noi uomini duri: Tenerife un luglio di competizioni estreme a Puerto De La Cruz

0
canarias-extreme-2014-tmb

canarias-extreme-2014-tmbSe il titolo vi richiama alla mente Renato Pozzetto e Enrico Montesano alle prese con il famigerato “ponte tibetano” durante un corso di sopravvivenza nel simpatico film omonimo del 1987, siete decisamente fuori strada.

 

Li’ si trattava di una ironica risposta al rambismo imperante negli anni 80. Qui si tratta davvero di uomini duri, e non mancano certo le rappresentanti del gentil sesso. Stiamo parlando di due competizioni estreme che avranno luogo a luglio a Tenerife esattamente, a Puerto de la Cruz.

{loadposition adsense-riquadro-articoli-piccolo}DOMENICA 6 LUGLIO ALLE 10,00, INFATTI, SI TERRÁ LA XII TRAVERSÍA A NADO SAN TELMO 2014. A Puerto, come generalmente in tutto il nord di Tenerife, la condizione dell’acqua del mare non é certo simile a quella di una piscina, ragion per cui questa gara, che si svolge nel cuore della antica cittá in uno scenario incantevole tra scogliere naturali e emergenze architettoniche di grande pregio, si rivela essere una delle piú ardue per la situazione stessa delle acque. Questa prova di nuoto in acque libere si si sviluppa su una distanza di 5 kilometri, con posibilitá per i concorrenti di indossare la muta.

Sostanzialmente, quindi, si tratta di una gara di mezzo fondo. Nella Traversía a nado San Telmo possono participare i rappresentanti di ambo i sessi.

Come spesso accade in questo tipo di manifestazioni sportive si stabiliscono delle categorie basate sull’etá dagli Assoluti, a partire dai 15 anni compiuti, fino ai Veterani IV, coloro che hanno piú di 60 anni. Insomma ce ne é per tutti. La distanza totale della prova (5 Km) dovré essere completata realizando 3 giri da 1666 m. ognuno.

Si puó scegliere di compiere 1, 2 o 3 giri. Dipende tutto dall’obiettivo che si vuole raggiungere. Il nuoto in acque libere, in generale, è una disciplina affascinante, una pratica che unisce l’efficacia del nuoto come sport completo e sicuro per le articolazioni, al fascino e all’avventura legata all’ambiente marino.

Il nuoto in acque libere è naturalmente il modo più antico in cui si è gareggiato; per esempio ai giochi di Atene le gare si sono svolte in mare e a Parigi nella Senna, ma con il tempo si è affermato il nuoto tra le corsie della piscina.

I campionati internazionali di nuoto di fondo come s’intendono oggi sono un’evoluzione molto più recente della disciplina: i primi campionati europei si sono svolti nel 1989 a Starigrad (nell’odierna Croazia), e perché venissero inclusi nel programma dei Campionati europei di nuoto si dovette attendere fino all’edizione di Vienna del 1995. Nell’edizione 2008 si sono svolti in sede separata da quelli in piscina per tornare insieme dal 2010.

Nel 1991 si è svolta la prima edizione dei campionati mondiali di nuoto che comprendesse gare di fondo, a Perth, in Australia. Da allora le gare in acque libere hanno sempre fatto parte del programma, e dal 2000 si sono aggiunti, negli anni pari, i campionati mondiali di nuoto di fondo, in cui vengono assegnati titoli mondiali specifici.

Ai Giochi della XXIX Olimpiade del 2008 a Pechino, il nuoto di fondo ha avuto finalmente il suo riconoscimento olimpico, con lo svolgimento delle gare maschili e femminili dei 10 km.

In tempi recenti la popolarità del nuoto di fondo si è accresciuta grazie al triathlon (competizione che prevede nuoto, corsa in bicicletta e a piedi), di cui è la prima specialità praticata. Nelle competizioni in mare aperto vale molto piú che in altre il motto di De Coubertin: l’importante é participare! Nella Traversía a nado San Telmo dell’anno scorso per esempio l’Italia non si é limitata solo a participare, dal momento che un italiano, Andrea Demaestri del TXTM Club Tenerife, é risultato secondo nella classifica generale e primo nella specifica classifica per fasce di etá (veterani I anni 40-45).

L’altra competizione estrema sempre a Tenerife e che vedrá Puerto come scenario é la CANARIAS INFINITY XTREME 2014, GIUNTA ALLA SUA VI EDIZIONE. SABATO 19 LUGLIO ALLE 16,00 nell’area della futura cittadella dello sport di Puerto de la Cruz, accanto al Barranco San Felipe e a Playa Jardín si terrá quella che viene definita la prova sportiva piú estrema delle Isole Canarie tanto da mettere a dura prova la capacitá fisica e mentale dei migliori sportivi.

I partecipanti dovranno affrontare prima una corsa a piedi su duplice fondo, asfalto e sabbia, a seguire una traversata a nuoto in mare e una sorta di “corsa campestre” tra fango, polvere ed ostacoli, degni quasi di un addestramento a West Point, lungo il Barranco San Felipe.

Ma qui non ci sará nessun sergente carogna ad incitarvi sarete soli con voi stessi, zuppi fradici, sporchi di fango e sudore, affannati e polverosi sotto il sole cocente di metá luglio.

La competizione, che sará caratterizzata da un percorso di 10 kilometri e piú di 15 ostacoli dovrá essere realizzata da ciascun participante entro un tempo massimo di 2 ore.

A seguire ci saranno anche una esibizione di trial 4×4, concerti dal vivo, gare di paintball, prove di trial bike e, in tarda serata, la chiusura dell’evento al Blanco Bar.

Probabilmente non siamo piú in tempo per metterci in forma e participare ma sappiate che qui alle Canarie questo tipo di competizioni sportive fa un po’ parte del DNA di alcuni abitanti. Quasi ogni mese con alcune varianti al tema si possono incontrare gruppi di persone di tutte le etá che nel fine settimana insieme pedalano, corrono, nuotano, ballano, zumbano, skatano, saltano, paintbollano, surfano (ma guarda un po’ quanti neologismi sportivi … ) e chi piú ne ha piú ne metta …

Sport o attivitá ludico-sportive rigorosamente all’aria aperta, estreme o meno, e con qualunque tipo di condizioni atmosferiche.

Un invito quindi ad uscire dalle palestre, dal patinato mondo dei club sportivi, con spogliatoi di design e caffetterie degne di Via Veneto (o similia per chi non viene da Roma) e a condividere anche noi questo stupendo e liberatorio approccio alle discipline sportive.

Carla Galanti Foto di Davide Drisaldi

canarias-extreme-2014-1

canarias-extreme-2014-2

canarias-extreme-2014-3

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

15 − 13 =