Olio d’oliva e design italiani a Tokyo per la prima edizione del Joop Design Award

0

Olio d’oliva e design italiani a Tokyo per la prima edizione del Joop Design Award

 Il JOOP Organizing Committee ha annunciato la prima edizione del Joop Design Award, che si terrà nella seconda metà di giugno, da remoto, nell’ambito del famoso concorso internazionale Japan Olive Oil Prize che dal 2013 ha l’obiettivo di promuovere gli oli extra vergini di oliva di alta qualità, provenienti da tutto il mondo, in Giappone.

Il JOOP è organizzato dal Comitato Organizzativo JOOP in coordinamento con la Camera di Commercio Italiana in Giappone e mira a far conoscere oli di qualità ed educare i consumatori sugli effetti benefici di questo fantastico prodotto in Giappone.

Da quest’anno il concorso ha deciso di premiare anche quei produttori che si sono impegnati con passione a comunicare l’identità del prodotto attraverso il logo, il design della bottiglia e la confezione: dettagli non trascurabili soprattutto nel mercato giapponese. Il premio ha infatti come obiettivo quello di sensibilizzare i produttori all’impiego di supporti marketing, per facilitarne la commercializzazione in mercati competitivi.

La qualità di un olio extra vergine di oliva non è l’unico fattore a decretarne il successo commerciale. Il consumatore giapponese lo considera un prodotto di nicchia e a guidare la sua scelta al momento dell’acquisto sono innanzitutto fattori legati alla presentazione e alla brand identity e poi la qualità, che rimane di difficile valutazione in un Paese che non ha questa tradizione culinaria”, ha dichiarato Davide Fantoni, presidente del JOOP Organizing Committee.

Per questa sua prima edizione, il Joop Design Award vede una giuria d’eccezione composta da creativi di fama internazionale, scelti tra i Paesi più rappresentativi del concorso oltre al Paese ospitante. A partire dall’acclamato architetto giapponese Kengo Kuma, presidente di giuria, ideatore tra i suoi ultimi progetti dello Stadio Olimpico di Tokyo e il direttore creativo Kashiwa Sato, celebre per le sue campagne Uniqlo.

Per l’Italia la designer e architetto Maddalena Casadei, che alterna l’attività creativa tra design e direzione artistica per brands e gallerie all’insegnamento presso alcuni degli istituti più rinomati.

A rappresentare la Spagna il visionario Martí Guixé, che ha esposto nei più importanti musei del mondo, dal MoMA di New York al Centre Pompidou di Parigi.

E infine per completare la giura di stelle del design, il greco Yiannis Ghikas, premiato con Il “red dot design” (2009) per il suo sgabello “Monarchy”.
Il premio verrà consegnato a chi saprà comunicare in maniera efficace attraverso la confezione e la veste grafica il valore del prodotto, perché un olio extra vergine di oliva buono, si merita anche di essere bello.

TOKYO\ aise\

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

7 + = 13