Pensionati. Con la cessione del quinto potrai ottenere in modo semplice, sicuro e senza garanzie il tuo prestito personalizzato!

0

Pensionati. Con la cessione del quinto potrai ottenere in modo semplice, sicuro e senza garanzie il tuo prestito personalizzato!

NON IMPORTA SE HAI ALTRI PRESTITI PERSONALI IN CORSO,

SE SEI CATTIVO PAGATORE, SE HAI 60, 70, 80 ANNI…

Attraverso la convenzione con i maggiori istituti previdenziali (INPS, ex INPDAP, INARCASSA, CASSA GEOMETRI, ecc ….) sei tutelato e sereno per tutta la durata del prestito. 

ASSICURATO 100 %

FINO A 75.000 EURO/MAX 120 MESI

RATA NON SUPERIORE AL 20% DELLA PENSIONE

La possibilità di ottenere un capitale dalla cessione del quinto, del proprio stipendio come della pensione, è una soluzione tipicamente italiana ed estremamente utile per far fronte a quelle spese che gli imprevisti della vita, o il desiderio di conseguire piccoli sogni, ci possono mettere davanti. La novità è che oggi, seguendo le dinamiche del mercato, alcune banche pioniere stanno offrendo questo servizio ai pensionati residenti all’estero.

In sintesi, il percettore di pensione (oggi anche residente all’estero) può accedere ad un finanziamento erogato da una banca italiana (riconosciuta dall’INPS), mettendo a garanzia, per il pagamento delle rate del piano di ammortamento, cioè di rimborso del capitale con relativi interessi, fino ad un quinto del valore netto del proprio assegno pensionistico.

La quota di rimborso del capitale che la banca presta al pensionato non deve eccedere il 20% del valore netto della pensione, cioè appunto un quinto. Inoltre, il piano di rimborso ha una durata massima di 10 anni, che in termini di rate mensili significa un numero limite di 120 rate. Il capitale che si può ottenere dipende ovviamente dall’importo della pensione e può arrivare fino a 75.000 euro. L’etá massima alla quale deve essere estinto il piano di rimborso è pari a 85 anni.

Per esemplificare: un pensionato a 75 anni può fare un piano di rimborso fino a 120 rate, che durerà 10 anni e terminerà quando spegnerà l’ottantacinquesima candelina. Un pensionato, ad esempio di 78 anni, potrà ancora ricevere un prestito, ma con un piano di rimborso di massimo 84 rate, cioè di 7 anni, perché comunque dovrà aver rimborsato tutto prima del compimento dell’85° anno di età.

Nel caso in cui il pensionato avesse giá un prestito in corso, può comunque richiedere ed ottenere un finanziamento attraverso la cessione del quinto della pensione, “ristrutturando” (come si dice in gergo) il prestito in corso.

La legge obbliga inoltre la stipula di un contratto di assicurazione, che interviene a copertura del debito residuo in caso di decesso del pensionato, senza alcuna ripercussione sugli eredi.

Infine, possono accedere a questo finanziamento anche coloro che trascorrono qui sull’isola magari la sola stagione autunno-invernale ma che non hanno ancora cambiato la propria residenza, con il vantaggio di poter svolgere la pratica da qui e ricevere il denaro sul proprio conto, senza dover tornare a casa per istruire la pratica.

CHIAMA SUBITO! Consulenza sul posto.

Marilena +34 666956508 Fernando +39 3299593635

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 6 = 1