Tenerie. San Miguel de Abona protegge e conserva il patrimonio culturale

0

Il comune di San Miguel de Abona sta attuando varie misure per proteggere e preservare la sua storia in modo che duri nel tempo e arrivi il più possibile intatta alle generazioni future delle Canarie.

Una di queste misure è promuovere iniziative che si concludano con la dichiarazione di Beni di Interesse Culturale -Tenerife (BIC). A questo scopo, ci sono attualmente quattro BIC distribuiti in diverse aree della geografia locale di Tenerife. Infatti, nelle aree protette si trovano campioni archeologici, etnografici e architettonici di San Miguel, come lo sono i casi delle manifestazioni rupestri situate nel Camino de Las Lajas o nelle pendici del Roque de Jama-La Centinela; ma anche i segni culturali che sono durati con il passare del tempo e che riflettono il sentimento e il modo di vivere dei tempi passati, come il Caserío de La Hoya o il complesso storico di San Miguel de Abona.

“Da parte dell’Ayuntamiento si sta facendo tutto il possibile per preservare l’unicità della nostra gente in tutti i suoi aspetti e senza escludere nessun intervento”, dice il sindaco di San Miguel Arturo E. González Hernández, che sottolinea che “nella zona di Sentinel e di El Roque de Jama hanno trovato tracce importanti di guanche ed è stato quindi imprescindibile attuare meccanismi che evitassero non solo il loro saccheggio, ma anche il loro deterioramento “.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

15 + = 22