Voli senza distanziamento a bordo, confusione per autocertificazione e bagaglio a mano

0

Voli senza distanziamento a bordo, autocertificazione e bagaglio a mano

Per i voli aerei la ripresa è difficile ma il distanziamento a bordo non era stato accettato da molte compagnie che in questo modo avrebbero dovuto rinunciare a quasi la metà dei posti a bordo con tutte le conseguenze negative per i ricavi. Da oggi, come è stato comunicato in uno degli allegati tecnici del Decreto del presidente del Consiglio, i passeggeri saranno obbligati a viaggiare con la mascherina a bordo da cambiare ogni 4 ore, e presentare un’autocertificazione durante il check-in online o prima di salire sull’aereo, dove dovranno indicare di non essere positivi e di non aver avuto contatti con persone positive.

C’è però confusione in merito all’autocertificazione. Non è infatti chiaro se i moduli saranno messi a disposizione dalle compagnie oppure no. In sostanza le compagnie potranno evitare il distanziamento dei posti a bordo ma i passeggeri dovranno rispettare alcune regole. Per quanto riguarda il rinnovo dell’aria, invece, i flussi dovranno essere verticali e dovranno essere usati filtri Hepa, in grado di bloccare i microbi.

Addio al bagaglio a mano

Al fine di evitare troppi movimenti e contatti tra i passeggeri, c’è anche il divieto di portare bagagli a mano molto grandi, anche se ancora non ci sono dati specifici sulle grandezze in merito. Lo scopo è evitare troppi movimenti durante il volo, quindi, presumibilmente, si potrà portare a bordo una piccola borsa da riporre sotto il sedile per evitare di alzarsi durante il viaggio per prendere oggetti dal trolley che si ripone nella cappelliera.

tratto da Cosa cambia per le compagnie aeree e i voli dalla fase 3, no al distanziamento a bordo ma addio al bagaglio a mano a bordo.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

− 2 = 2