Pensioni, dal 2019 anche a 71 anni… chi dovrà attendere

0
1672
inps-t

Pensioni, dal 2019 anche a 71 anni. Ecco chi dovrà attendere così tanto

Nella circolare n. 62 del 4 aprile 2018 l’INPS ha indicato, per ogni tipologia di lavoratori, i requisiti richiesti dal 1° gennaio 2019, per la riscossione dell’assegno di pensione. I requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia, alla pensione anticipata e alla pensione di anzianità con il sistema delle c.d. quote sono stati adeguati agli incrementi della speranza di vita, come previsto dal decreto 5 dicembre 2017, ed entreranno in vigore dal 1° gennaio 2019.

67 ANNI DI ETA’ DAL 1° GENNAIO 2019

Così, per ottenere la pensione di vecchiaia, nel periodo 1° gennaio 2019 – 31 dicembre 2020 bisognerà avere almeno 67 anni di età. E già il record è agli occhi di tutti abbastanza negativo.

Ma c’è di più. Prosegue infatti la circolare INPS “Con riferimento ai soggetti il cui primo accredito contributivo decorre dal 1° gennaio 1996, l’adeguamento all’incremento della speranza di vita previsto dal decreto in parola deve altresì applicarsi al requisito anagrafico previsto dall’articolo 24, comma 7, della legge n. 214 del 2011, che consente l’accesso alla pensione di vecchiaia con un’anzianità contributiva minima effettiva di cinque anni e che, dal 1° gennaio 2019, si perfeziona al raggiungimento dei 71 anni.”

CHI DEVE ATTENDERE I 71 ANNI

Si tratta di coloro che avranno meno di 20 anni di contributi, ma almeno 5, con il primo accredito avvenuto dopo il 1996. Questi lavoratori dovranno attendere 71 anni per avere la pensione. orizzontescuola.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

27 + = 31