Prestito ai pensionati italiani all’estero tramite cessione del quinto

0
1000

Prestito ai pensionati italiani all’estero. Ai pensionati INPS e delle altre organizzazioni previdenziali confluite nell’INPS, residenti o domiciliati all’estero, è possibile concedere prestiti tramite cessione del quinto dello stipendio da trattenersi direttamente, a cura dell’INPS, dal cedolino pensione.

Le poche condizioni sono: che l’importo di pensione, dedotta la ritenuta, sia ancora superiore al minimo vitale con rata minima di 100 Euro. La durata massima del prestito non deve eccedere gli 80 anni, avere un conto corrente bancario o postale in Italia.

Nel caso non si sia dotati di un conto corrente viene fornita gratis l’opportunità di attivare un conto corrente in Internet Banking direttamente dal proprio domicilio all’estero.

Il prestito, inoltre, viene concesso a chi non ha prestiti in corso, sullo statino, ma sarà possibile durante la vita del prestito chiuderlo anticipatamente con risparmio degli interessi o rinnovarlo.

Non sono necessarie firme di garanzia o simili. La pratica di prestito non può essere delegata ad altre persone e la richiesta della dichiarazione INS deve essere fatta direttamente dal pensionato tramite il portale dell’INPS www.inps.it

tratto da

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 72 = 78