Siamo oltre i formalismi e le lusinghe

0
413

Siamo oltre i formalismi e le lusinghe.

Lei è Antonina Giacobbe: il mio capo al giornale, che è il Periodico “ViviTenerife”.
Questa fotografia gliel’ho scattata io l’estate scorsa, e per chi la conosce personalmente il sorriso che mi rivolge dice tutto.
L’avermi menzionata negli Auguri di fine Anno ai suoi lettori è stato un regalo che mi ha fatta piangere di sorpresa e di gratitudine, perché Antonina è prima di tutto – e in modo chiaro – il mio capo, ma poi “l’Anto” è, in modo altrettanto chiaro, un’amica. Di quelle vere e per reciproco merito.

Quindi questo messaggio non è una “lisciatina al capo”, ma una cosa che sento di doverle dire. Pubblicamente. Io non sono una da lisciatine e lei sa riconoscere una da qui a lì. A naso.
Siamo oltre i formalismi e le lusinghe, noi che ormai ci conosciamo bene, che siamo diverse e complementari e, l’una per l’altra, anche un affetto sul quale contare.
Viviamo su un’isola nella quale vale la regola che vale ovunque: chi trova un amico, trova un tesoro. Nelle favole è proprio sulle isole che si trovano i tesori, ma ci hanno fregati tutti, come noi bambine con la faccenda del Principe Azzurro…

Grazie Anto. Ci aspetta un 2020 tutto da vivere, e da scrivere.

Gli auguri di fine anno pubblicati sul periodico “[…] le cose belle succedono, sta a noi dar loro la giusta valenza, e pensare alle cose belle dovrebbe diventare un esercizio quotidiano. Allora succede che quest’anno è nato un progetto, curato da un “vulcano” di nome Cinzia: “il Laboratorio della memoria collettiva per gli italiani a Tenerife”. Un’iniziativa tra le più belle a cui ho avuto il piacere di partecipare fino ad ora, nella versione canaria della mia vita. Un progetto aperto a tutti e intorno al quale si sono riunite persone che hanno voglia di condividere il loro tempo in modo piacevolmente costruttivo, e che vi invito a voler conoscere attraverso i vari articoli che pubblico sul mio giornale. […]

Antonina Giacobbe

**************************************

Carissima Cinzia… sono senza parole. Grazie per questo tuo scritto che hai pubblicato, che dirti, per me è naturale essere così, sono io, sono “l’Anto”. E l’aver menzionato te e il progetto “il Laboratorio della memoria collettiva per gli italiani a Tenerife”, nei miei auguri di fine anno, è stata una cosa spontanea.

Stiamo portando avanti, insieme ad un bel gruppo di persone, una cosa che non era mai successa a Tenerife (ma penso alle Canarie). Riuscire a mettere insieme pensieri, ricordi, scrittura, risate ma anche qualche lacrimuccia, per poi finire con deliziose cenette… non è cosa facile ma ci stiamo riuscendo. Quindi grazie a te per l’iniziativa e per tutto ciò che riusciremo, sotto la tua encomiabile guida, a costruire attraverso questo progetto.

I progetti sono diversi ma che scopriremo prossimamente, anche attraverso altri settori e persone, la comunità degli italiani a Tenerife, quella altruista, quella con sentimenti veri e con la voglia di relazionarsi senza se e senza ma… c’è e noi ne facciamo parte, orgoglio italiano.

Quindi colgo l’occasione per dire Grazie a te e a Francesca Passini le colonne portanti, per me personalmente e per il mio giornale. Buon inizio 2020 con il cuore e con la mente di una – italiana a Tenerife

Antonina Giacobbe

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

54 + = 64