Trovare un lavoro nelle Isole Canarie richiede la padronanza di più di una lingua

0
246

Trovare un lavoro nelle Isole Canarie richiede la padronanza di più di una lingua

In un mercato del lavoro sempre più globalizzato, conoscere più di una lingua diventa un requisito indispensabile per accedere a un lavoro. Parlare molto bene una lingua straniera, o anche due, può essere decisivo per assumere un candidato tra centinaia di candidati.

Senza dubbio, secondo il XXII rapporto di Adecco Infoempleo – che analizza i dati di oltre 300.000 offerte di lavoro in Spagna – nel 2018 la domanda delle lingue straniere in Spagna è diminuita dopo quattro anni di promozioni consecutive… ma poi una rapida occhiata ai portali di ricerca di lavoro, Indeed e InfoJobs, rivela l’importanza di parlare ad un buon livello una seconda lingua per quasi tutte le offerte pubblicate negli ultimi mesi.

Al giorno d’oggi una lingua straniera è indispensabile in qualsiasi ambiente di lavoro: dal manager di un’azienda al commesso del negozio. Avere un buon inglese è una partenza fondamentale per tutti coloro che sono attualmente in cerca di un’occupazione.

Il 92,3% delle offerte che richiedono le lingue parlate riguarda l’inglese, mentre il 7,4% il tedesco, che supera il francese (7,2%) come seconda opzione più richiesta.

Il portoghese e l’italiano chiudono le prime cinque lingue richieste con rispettivamente l’1,26% e lo 0,8%. Le Isole Canarie sono comunque una delle tre zone, insieme alla Catalogna e alle Isole Baleari, in cui le lingue sono maggiormente richieste per accedere a un lavoro. La domanda in tal senso è cresciuta di ben 2,9 punti rispetto all’anno precedente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

68 − = 61