“PURA VIDA ” Il primo parucchiere mobile delle Canarie. 

0

Immagina di poter tagliare i capelli di fronte al mare, apprezzando la tranquillità di questi paesaggi e risparmiando i tempi di attesa dei parrucchieri tradizionali.
 
Michel Hediger è il proprietario di “Pura vida”, il primo parrucchiere mobile delle Canarie.Secondo il proprietario, l’idea di iniziare questa attività è nata prima di Covid: “Come surfista mi è sempre piaciuta l’idea di avere un furgone e volevo creare questo concetto di salone mobile per parrucchieri, ma non sapevo come. Non avrei mai immaginato tutto il potenziale che questa attività avrebbe avuto e che ho sviluppato poco a poco da quando l’ho aperta”. Michel sottolinea che durante la pandemia ha cominciato ad apprezzare di più l’importanza di avere uno spazio più protetto e intimo, oltre ad andare anche nelle case di alcuni clienti. Secondo lui questo tipo di modello proteggeva
di più le persone che avevano paura e lo vedevano come uno spazio più sicuro, rispetto ad essere in un luogo con molte più persone e con più contatti. È stato a questo punto che ha iniziato a guardare esempi di altre attività itineranti, ha comprato un furgone e si è informato sulla legislazione e sui  permessi necessari per poter intraprendere questa attività.


Questo progetto innovativo può essere considerato rischioso, ma Michel afferma di non  aver avuto grandi problemi per il successo del suo salone: “All’inizio è stato un po’ complicato portare questa idea ai comuni per ottenere i permessi necessari, dato che questo concetto di attività era totalmente nuovo. Ma la verità è che non ho avuto grandi complicazioni. Una piccola difficoltà l’ho avuta con l’elettricità, poiché il furgone ha solo 1500 watt di potenza e questo significa che devo fare attenzione all’uso dell’asciugatrice, che è ciò che consuma
più energia. Pensavo che avrei avuto più problemi, ma è molto semplice”.


Per quanto riguarda le differenze rispetto ai saloni di parrucchieri tradizionali, afferma che si tratta di un’esperienza totalmente nuova e che i clienti si sentono più sicuri e non perdono tanto tempo a parcheggiare, dato che cerca di trovare posti vicini alle loro residenze. Tuttavia, quando si tratta di attirare i clienti, questo tipo di attività è più complicato, perché è itinerante e i clienti non sanno esattamente dove si trova: “questo tipo di lavoro è più difficile perché bisogna sempre essere molto attivi per riuscire ad attirare i clienti”. I social network sono stati il suo grande alleato per farsi conoscere, ma ciò che lo ha aiutato di più è stato il passaparola, che gli ha permesso
di creare una rete di clienti, come lui stesso sottolinea. “Pura vida” si caratterizza come modello di attività sostenibile. Il furgone è dotato di pannelli solari per sfruttare l’energia del sole che splende per la maggior parte dell’anno sull’isola.

Inoltre, Michel lavora con marchi che utilizzano prodotti naturali, come Aveda, che  impiega un’altissima percentuale di componenti naturali, oltre a utilizzare plastica riciclabile per le sue confezioni. Il parrucchiere dichiara che, a livello personale, questa sfida gli ha dato l’opportunità di  lavorare in uno spazio aperto e di stare a contatto con la natura: “Mi fa sentire bene vedere che le persone apprezzano questa idea innovativa e diversa. Non pensavo fosse così facile avere in uno spazio così piccolo tutto ciò di cui ho bisogno per lavorare”.

Per questo incoraggia chi ha in mente di intraprendere un progetto di questo tipo ad essere coraggioso e a perseguire i propri sogni: “Avrei potuto avere paura all’inizio, ma non l’ho avuta perché era qualcosa che volevo realizzare. Bisogna avere coraggio e muovere il mondo per trovare un modo per ottenere ciò che si vuole”.

Visita il nostro Magazine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui